COVID-19: controlli serrati sul territorio

Pubblicato il 25 agosto 2020 β€’ Comune , Emergenza , Protezione Civile , Salute

L'impennata del numero dei contagi in Italia, che è un riflesso degli aumenti che si stanno registrando in tutte le Regioni, compresa la Campania, ha spinto l'Amministrazione Comunale di Pellezzano (SA) ad adottare un sistema di controlli più serrato sull'intero territorio di propria competenza.

"In queste settimane di vacanze estive - ha detto il Sindaco, dott. Francesco Morra - abbiamo, purtroppo, notato un allentamento della presa di coscienza da parte degli italiani, soprattutto dei nostri giovani. Molti dei contagi registrati sono cosiddetti "di ritorno" da parte di coloro che hanno trascorso una vacanza all'estero o nei territori dove si sono concentrati il maggior numero di focolai. Assistiamo, spesso e malvolentieri, a immagini che ritraggono assembramenti in luoghi chiusi o all'aperto, in particolare nei posti dove si svolge la movida notturna. Sento il dovere, soprattutto in questo momento nel quale sembra che la curva dei contagi stia rialzando la testa, di esprimere un richiamo alla responsabilità da parte di tutti. Sul nostro territorio, in questi giorni, con l'ausilio di forze dell'ordine e dei volontari della Protezione Civile intensificheremo i controlli per verificare il rispetto delle disposizioni Governative per contrastare l'emergenza sanitaria. I trasgressori saranno raggiunti da apposite sanzioni. Non possiamo permetterci il rischio di un nuovo lockdown. Il nostro Paese ha necessità di una ripresa, sotto tutti i punti di vista. Insieme possiamo farcela".

Il richiamo al senso di responsabilità verrà, dunque, accompagnato da un pattugliamento di forze dell'ordine su tutto il territorio del Comune di Pellezzano. Gli agenti della Polizia Municipale, guidati dal comandante Carmine Somma, coadiuvati dai volontari della Protezione Civile "S. Maria delle Grazie" e dai carabinieri della locale stazione di Pellezzano, presiederanno, con maggiore costanza e attenzione tutti i luoghi sensibili, tra cui bar, supermercati e locali commerciali per verificare il corretto utilizzo dei dispotivi di protezione individuale (le mascherine) e il distanziamento sociale, che al momento, in attesa della diffusione di un vaccino, restano le uniche armi a disposizione per contrastare il diffondersi di questo nemico invisibile e per far in modo che la vita possa tornare a seguire il proprio corso.