Fase 2: se ami l’Italia mantieni le distanze

Visto il DPCM del 26.04.2020, si offre la seguenti sintesi. Da Lunedì 04.05.2020 è previsto:

 1. Distanziamento obbligatorio;
 2. Prezzo mascherine calmierato 0,50€ e senza iva;
 3. Fino al 18 maggio spostamenti con autocertificazione (nuovo modulo disponibile su Link ) ;
 4. Visite mirate ai congiunti ma con obbligo mascherine;
 5. Ripartono manifattura, costruzioni e commercio all'ingrosso funzionale.

 Gli spostamenti
 ⁃ Resterà l'obbligo dell'autocertificazione per gli spostamenti, con la sola differenza che alle già note motivazioni per uscire di casa si aggiunge quella della visita ai congiunti, purché abitino nella stessa Regione;
 ⁃ Non è ancora possibile invece muoversi verso altre regioni se non per ragioni di lavoro o salute;
 ⁃ Cadrà il divieto, che era stato introdotto con il lockdown, di spostarsi dal luogo in cui ci si trovava verso quello di domicilio o di residenza. Sarà dunque possibile per gli studenti o i lavoratori o chiunque altro rimasto bloccato in un'altra città dal lockdown fare ritorno a casa

Gli incontri
 ⁃ Consentite le visite ai congiunti, a patto di non creare assembramenti, anche in casa;
 ⁃ Soprattutto per proteggere i più anziani è prescritto l'uso della mascherina, obbligatoria sui mezzi di trasporto.

Negozi
Per gli esercizi commerciali al dettaglio la riapertura è fissata per il 18 maggio. Su richiesta del Comitato tecnico scientifico si è ritenuto di programmare step di riapertura di 14 giorni per verificare gli effetti di ogni riapertura. Parrucchieri, barbieri, centri estetica, come detto, riapriranno l'1 giugno assieme a bar e ristoranti.

Messe e funerali
- Dal 4 maggio potranno essere nuovamente celebrati i funerali ma solo alla presenza degli stretti familiari (parenti di primo o secondo grado), non più di 15 persone, se possibile all'aperto e a distanza l'uno dall'altro. E tutti dotati di mascherina.
- Non sono consentite invece le messe. 

Attività produttive
Confermato anche il calendario delle ripartenze delle attività produttive. Hanno già riaperto:
 ⁃ le aziende ritenute strategiche;
 ⁃ I cantieri dell'edilizia pubblica;
 ⁃ il settore manufatturiero per l'export con richieste di autorizzazione in deroga ai prefetti;
 ⁃ dal 4 maggio tutti gli altri settori e il  commercio all'ingrosso funzionale a queste filiere. 

Musei & mostre
Come anticipato musei, mostre e luoghi culturali all'aperto riapriranno il 18 maggio.

Locandina
Allegato formato jpeg
Scarica